PINGYAO

La vecchia città di Pingyao è una delle meglio conservate[1] in Cina. E così ora, all'interno delle mura:

hai l'opportunità, ormai rara in questo paese, di tornare indietro nel tempo. Quando apprendo che il centro è chiuso al traffico tiro un grosso sospiro di sollievo, perchè il traffico molesto della Cina ha iniziato a incidere sul mio sistema nervoso. Almeno per una giornata non sentirò più il clacson suonato in continuazione, non vedrò manovre aggressive e pericolose e, comunque, senza logica, e potrò godermi un minimo di tranquillità. E le strade, libere dal traffico, offrono gradevoli scene di vita quotidiana:

e consentono di osservare la tipica architettura della città:

Ma la cosa secondo me più bella di Pingyao sono i cortili interni, ognuno a suo modo ti racconta dei tempi passati:

Certo in posti come questi non si vede la ricchezza e il progresso di Shanghai, ma la qualità della vita di queste persone è sicuramente migliore. E così vien da pensare come mai ci sia questa continua corsa al "progresso". Una considerazione che vale per la Cina, certo, ma non solo.

»E in posti come Pingyao, ma anche in diversi altri, grandi città incluse, vedi il "lavoro a bassa intensità" dei Cinesi. I Cinesi, in diverse occupazioni (in particolare l'ho visto per chi ha un proprio negozio o una propria attività), tendono a lavorare e vivere insieme, qualunque business privato essi pratichino. Così capita di vedere negozianti che giocano a dama (foto sopra) o a carte mentre aspettano i clienti, persone che mangiano nel negozio, una donna che dorme con i piedi nudi sul tavolino mentre guarda la TV nel suo albergo (e tu un po' imbarazzato a svegliarla per farti dare le chiavi della camera), e così via. Talvolta li si vede che dormono sul posto di lavoro - a me è capitato con staff dei musei e perfino poliziotti, altri Europei che lavorano qui mi hanno detto che succede anche negli uffici delle aziende private.
La radice comune di questi comportamenti, secondo me, è il fatto che molti Cinesi non hanno orari di lavoro veri e propri: chi ha un'attività privata è spesso aperto dalle 8 a mezzanotte ed è solo a gestire il business. Ma anche chi lavora come dipendente spesso non ha orari fissi e finisce per lavorare molte più ore di quanto noi in Europa considereremmo normale.

Prima di ripartire da Pingyao compro un po' di frutta da una bancarella sulla strada. Il tizio la pesa[2] e mi fa segno con la mano per il prezzo:

Gli allungo 2 Yuan e questo mi urla "Baaaaaaa", rifacendomi di nuovo lo stesso segno. Non ci capisco più niente, così gli dò una banconota da 50: deciderà lui quanto darmi di resto. Ne ricevo indietro 42 e deduco quindi che quel segno significa 8. Appena ho l'occasione mi informo, e così imparo che i Cinesi hanno un sistema, molto intelligente in realtà, per indicare i numeri da 1 a 10 con una mano sola. Sfortunatamente, il loro modo di indicare 8 è uguale al nostro modo di indicare 2 - paese che vai, usanza che trovi....

A proposito: "Ba" significa 8 in Cinese. "Baaaaaaa" significa sempre 8, ma da incazzato .

  1. ^Più per caso che per reale volontà: era il centro finanziario della Cina della dinastia Qing ma poi decadde, e così non fu interessata dalla grande trasformazione degli altri grandi centri.
  2. ^In Cina la frutta sembra costare tutta allo stesso modo, perchè se per esempio compri 2 arance, una mela e 2 banane, te le pesano tutte insieme.